Macchina del tempo Narrativa Rubriche

5 Maggio 1821: Napoleone Bonaparte

on
December 19, 2018

Ei fu. Siccome immobile… E’ il 5 maggio 1821 quando Napoleone Bonaparte muore a Sant’Elena, nell’Oceano Atlantico. Ufficiale, imperatore, conquistatore: ha segnato il primo ventennio del 1800 e aperto una nuova epoca storica in Francia dopo la fine dell’Ancien Regime. Tra le sue battaglie più importanti ricordiamo quella di Trafalgar, Austerliz e di Waterloo, e tra le campagne quella d’Egitto e di Russia. La prima è di notevole importanza perchè fu proprio durante la campagna che venne rinvenuta la Stele di Rosetta.

5 maggio è anche il titolo della poesia che Manzoni dedica a Napoleone:

“Ei fu. Siccome immobile, Dato il mortal sospiro, Stette la spoglia immemore Orba di tanto spiro, Così percossa, attonita La terra al nunzio sta, Muta pensando all’ultima Ora dell’uom fatale; Nè sa quando una simile Orma di piè mortale La sua cruenta polvere A calpestar verrà”.

Con questi versi Manzoni tratteggia, quasi con drammaticità, il profilo di un uomo così unico e importante che persino la terra si zittisce alla notizia della sua morte.

“Dall’Alpi alle Piramidi, Dal Manzanarre al Reno, Di quel securo il fulmine Tenea dietro al baleno; Scoppiò da Scilla al Tanai, Dall’uno all’altro mar”.

Con un’altra sestina Manzoni riassume le campagne militari e le battaglie, rapide come un fulmine.

“Tutto ei provò: la gloria Maggior dopo il periglio, La fuga e la vittoria, La reggia e il tristo esiglio: Due volte nella polvere, Due volte sull’altar”.

Altre sei, e vediamo la sintesi della sua biografia: la gloria, le vittorie, l’esilio. Gli ultimi due versi indicano le due volte in cui è stato imperatore e le due sconfitte, a Lipsia (1813) e a Waterlooo (1815).

“Tu dalle stanche ceneri Sperdi ogni ria parola: Il Dio che atterra e suscita, Che affanna e che consola, Sulla deserta coltrice Accanto a lui posò”.

Nell’ultima strofa Manzoni descrive un Napoleone morente, abbandonato da tutti tranne che da Dio. Un uomo arrogante, assetato di potere e di gloria, che ha cambiato il volto dell’Europa ma che è divenuto un simbolo non solo per la Francia ma per tutti.

Michela Bianco

Immagini

Portrait of Emperor Napoleon I, François-Pascal Simon baron Gérard (workshop of), c. 1805 – c. 1815 – Rijksmuseum.

 

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT