Biologia

Essere un polpo o un polipo? Questo è il dilemma!

on
December 26, 2018

E’ capitato a tutti almeno una volta nella vita di pensare che dire polpo o polipo si riferisse allo stesso animale…

FALSO! Il polpo è un animale il polipo un altro. In cosa sono differenti? Lo andiamo subito a scoprire!

Il polpo

Carta d’identità:

Phylum: Molluschi

Classe: Cephalopoda

Ordine: Octopoda

Famiglia: Octopodide

Anatomia:

Questo mollusco ha a sua disposizione non un paio di tentacoli, ma ben 4 paia! Ciascun tentacolo possiede due file di ventose.

Ma la caratteristica più curiosa di questo animale è l’avere 3 cuori! Determinandone così un sistema circolatorio chiuso.

La livrea del polpo è soggetta a cambiamenti cromatici, determinati principalmente dal bisogno di mimetizzarsi con l’ambiente circostante.

Riproduzione:

Il polpo è per natura un animale molto territoriale e dalle abitudini solitarie. In primavera, durante il periodo riproduttivo, intuitivamente, fa un’ eccezione e si congiunge con un altro esemplare. Il dimorfismo sessuale è evidente, poiché i maschi risultano essere di dimensioni maggiori  e provvisti di un un braccio chiamato “ Ectocotile” la cui estremità è modificata e assume la forma di una spatola, utilizzata per introdurre lo sperma all’interno del corpo della femmina.

Le femmine producono da 50.000 a 100.000 uova, deponendole in cordoni gelatinosi, che attaccano a supporti solidi. La schiusa avviene dopo 40 giorni circa.

Esse si preoccupano sia  della difesa che della costante ossigenazione delle uova. Questo impegno richiede un grande dispendio di energia, infatti la femmina smette di alimentarsi fino alla schiusa delle uova. Una volta avvenuta la schiusa la femmina incontra la morte.

Il polpo dagli anelli blu viene considerato  uno degli animali marini più velenosi al mondo. Passa la maggior parte del suo tempo nascosto.

Caratteristica di questo simpatico cefalopode è proprio la sua livrea: su di essa troviamo tanti anelli blu. Nel caso in cui il polpo si senta minacciato mette in particolare evidenza questi anelli. Se questo avvertimento non dovesse bastare, allora morde l’aggressore iniettando il veleno. Questo veleno è in grado di uccidere anche un essere umano. In questo momento non esiste un antidoto.

Il  suo morso è indolore. I sintomi dell’avvelenamento sono nausea, vomito, difficoltà a vedere, a respirare e a parlare. La vittima deve essere tempestivamente soccorsa. Il polpo dagli anelli blu è comunque un animale pacifico e non aggressivo. I casi di attacco nei confronti dell’uomo sono pressochè rari, quelli avvenuti sono perchè un sub ha incautamente disturbato l’animale mettendo un piede vicino alla sua tana.

CURIOSITA’: Il polpo è ritenuto un animale estremamente intelligente ( considerato il più intelligente tra gli invertebrati): diversi studi hanno dimostrato che è perfettamente in grado di svitare un tappo di un barattolo contenente del cibo. Talmente intelligente da far penare gli acquariofili più esperti in termini di allevamento. Proprio così! Infatti chiunque volesse allevare un polpo in acquario, deve tenere presente l’investimento per la costruzione di una particolare vasca. Non sono stati rari gli eventi in cui il nostro simpatico amico si è divertito a smontare il sistema di filtraggio della vasca, o meglio ancora a smontare il coperchio per darsela a gambe… pardon a tentacoli!

Inoltre quando si sente minacciato è in grado di emettere dell’inchiostro, sia con solo scopo di nascondersi per poi fuggire, ma anche per infastidire il nemico, poiché l’inchiostro contiene un enzima chiamato tirosinasi che, entrato a contatto con occhi dell’aggressore, provoca irritazione e difficoltà visive. Secondo diversi biologi marini la sostanza è addirittura in grado di  inibire olfatto e gusto dei predatori, rendendo più difficile l’individuazione del polpo.

Il polipo

Carta d’identità:

Phylum: Cnidaria
Classe: Anthozoa
Sottoclasse: Hexacorallia
Ordine: Actiniaria

Appartenenti al phylum dei Cnidaria, esistono diversi “tipi” di polipi: andiamo a scoprirne qualcuno più da vicino.

Se vi dicessi il nome “Nemo” che immagine vi proietterebbe la vostra mente? Sicuramente l’immagine del vostro professore di latino al liceo che entra in classe dicendo:” Ragazzi oggi faremo i pronomi indefiniti!”… Ci ho azzeccato eh? 😉 Bene, ora che i nostalgici latinisti sono sistemati, torniamo a noi…

Nemo altro non è che il protagonista del cartone animato “Alla ricerca di Nemo”, il simpatico pesce pagliaccio arancione e bianco (Amphiprion Ocellaris: scientifici questo è per voi <3) che insieme al suo papà Marlin vivono… (rullo di tamburi) in un… POLIPO! Proprio così! Avete letto bene!

L’anemone è un polipo urticante che vive attaccato alle rocce dei fondali marini o sulle barriere coralline. Il suo più grande sforzo è quello di stare fermo e aspettare che qualche incauto pesce gli passi vicino per intrappolarlo grazie ai suoi tentacoli veleniferi per cibarsene. Insomma un animaletto adorabile non è vero? Punti di vista… per il pesce pagliaccio è fonte di protezione. Tra l’anemone e il pesce pagliaccio si instaura un legame simbiotico, dove il pesce grazie a una particolare secrezione di muco non viene ferito dai tentacoli dell’anemone, ricavando così protezione dai predatori; l’anemone invece riceve gli  avanzi alimentari del pesce pagliaccio.
Ora che abbiamo ben chiaro che il polpo è quel simpatico animale che é in grado di svitare i barattoli e si riproduce una sola volta nella sua vita, mentre il polipo è un animale pigro che se ne sta fermo a urticare i “passanti”.

Un tipo particolare di polipo è la medusa, o meglio, la medusa con tanto di ombrello e tentacoli urticanti che noi tutti conosciamo non ha queste sembianze per tutto il suo ciclo vitale, ma per un breve periodo della sua vita attraversa lo stadio di polipo: l’animaletto arenato alla roccia. Questo attraversa vari stadi fino a raggiungere quello più conosciuto.

Cosa abbiamo imparato oggi?

1) Quando andiamo a cena fuori, con le patate mangiamo il polpo, non il polipo

2) Quando andiamo in pescheria, è bene ordinare il polpo, poiché esistono pochi esemplari di polipi commestibili

3) Il polipo, quando si sente minacciato, non spruzza inchiostro, ma urtica l’aggressore.

Tutto chiaro?

Barbara Rossi

SITOGRAFIA:

https://www.biologiamarina.org/polpo/

http://www.sapere.it/sapere/strumenti/domande-risposte/animali-ambiente/cuori-polpo.html

http://www.waza.org/en/zoo/choose-a-species/invertebrates/snails-cuttlefish-octopus-and-relatives-mollusca/octopus-vulgaris

https://www.focus.it/ambiente/animali/10-cose-che-forse-non-sai-sui-polpi

http://www.sublandia.it/index.php/organismi-marini/polpi-seppie-e-calamari-conchiglie-nudibranchi/498-il-polpo

https://www.biopills.net/articoli/animali/la-differenza-tra-polpo-e-polipo/

http://www.nationalgeographic.it/natura/2010/04/15/news/sea_anemone-1979/

https://animali-velenosi.it/animali-acquatici/polpo-dagli-anelli-blu/

SITOGRAFIA IMMAGINI:

https://www.google.it/search?biw=1329&bih=557&tbm=isch&sa=1&ei=FcbdW5WxGofMwQLZwYVQ&q=polpo&oq=polpo&gs_l=img.3..0i67k1l4j0j0i67k1l2j0l3.265588.266619.0.267371.5.5.0.0.0.0.298.851.1j2j2.5.0….0…1c.1.64.img..0.5.839….0.zC-V3hgNgOs#imgrc=qr4j2JE586fq-M:

https://www.google.it/search?q=polipo+medusa&sa=X&biw=1319&bih=606&tbm=isch&source=iu&ictx=1&fir=uMibsbr2l6UPKM%253A%252C4duQCQYchAnyxM%252C_&usg=AI4_-kQw7jJenF60cabvbBUQLTguU7xQhQ&ved=2ahUKEwjq4L_6y7jeAhVCJVAKHTBaCcQQ9QEwCnoECAUQGA#imgrc=wOLTFVJYLiduiM:

https://www.google.it/search?q=polpo+anelli+blu&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjkjIqD1breAhVHzaQKHdkMCpwQ_AUIDigB&biw=1329&bih=557#imgrc=oNC-TyhdRXdytM:

https://www.google.it/search?q=anemone+di+mare&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjG3d-_1breAhUNmbQKHSFSCu0Q_AUIDigB&biw=1329&bih=557#imgrc=SXVba9AtUjaRBM:

https://www.google.it/search?q=medusa+animale&tbm=isch&tbs=rimg:CcYiCbkXoWbJIjiGqc4iVDusIsn6tz1ZgQ2_1NB7CsZ4BQ4dJCUwphf7Bdosz8Z-JKfqB0aXileESpMHauB_1KoIfs3CoSCYapziJUO6wiEYrxQLwlB8YTKhIJyfq3PVmBDb8RErh8Ro3m5dQqEgk0HsKxngFDhxHWGc5KMeJb_1SoSCUkJTCmF_1sF2EQbDCxt1-nsnKhIJizPxn4kp-oERk_14D2_1zYePgqEgnRpeKV4RKkwREPPl8uetdvRSoSCdq4H8qgh-zcEYx-N2UhYsuh&tbo=u&sa=X&ved=2ahUKEwi554uu2rreAhVQUlAKHWgOCgUQ9C96BAgBEBg&biw=1329&bih=557&dpr=1#imgrc=EzdukF6Th7ClhM

TAGS
RELATED POSTS
Corna o palchi?

June 4, 2019

Il Coccodrillo

April 26, 2019

Airone Cenerino

March 14, 2019

LEAVE A COMMENT