Canzone della settimana

‘Creeping Death’: Metallica

By
on
February 7, 2019

E’ un fragore di tempesta l’inizio di ‘Creeping Death’, brano dai toni duri, decisi e diretti come ci si poteva aspettare dai Metallica degli anni ’80.
Settima traccia dell’album ‘Ride the Lightning’, pubblicato nel 1984, il testo racconta la storia della decima piaga d’Egitto (la morte dei primogeniti maschi) e di come sia stata pronta ad abbattersi su tutti i nemici del popolo ebraico, ridotto in schiavitù dai Faraoni da quattrocento anni.
I fatti vengono esposti sotto lo sguardo punitivo di Yahweh (punto di vista decisamente particolare e difficile da riprodurre), prossimo a sferrare il suo colpo più incisivo pur di indurre il Faraone a liberare il suo popolo.
Trattandosi di un pezzo Thrash Metal, ‘Creeping Death’ è intrisa di quella cattiveria ed aggressività tipica del suo genere, alla quale è stata aggiunta una componente melodica capace di infondere la drammaticità e lo strazio di quell’evento.
Tra i pezzi più riusciti dell’album ed eseguita ancora oggi dal vivo, pur se passati 35 anni, è una delle prime canzoni con la quale il Thrash comincia ad evolvere, con buone ritmiche, cori ed una sezione enfatica di Twin-guitars.
Nel quindicesimo numero della collana ‘Big parade’ (1988), dedicato ai Metallica, Paolo Piccini non esita a valorizzare l’apporto di ‘Creeping Death’ all’interno di ‘Ride the Lightning’, riconoscendo quanto alzasse il livello qualitativo dell’album grazie proprio alle sue particolarità, le quali vennero mal apprezzate da quella parte di pubblico che del Thrash agognava soltanto velocità e brutalità rinnegando qualsiasi tipo di sperimentazioni, comprese quelle che resero grande il secondo disco di una della Band più conosciute al mondo.

Emanuele Bacigalupo

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT