Libreria

Ciò che inferno non è (Alessandro D’Avenia)

By
on
March 8, 2019

D’Avenia ha pubblicato cinque libri in totale, e ognuno di questi meriterebbe un’analisi approfondita.
Oggi ci concentriamo su “Ciò che inferno non è”, del 2014, in quanto affronta un tema non solo personale ma anche politico. Il romanzo è ambientato nel quartiere palermitano di Brancaccio e, oltre a seguire la
vita del diciassettenne Federico e il suo primo amore, analizza l’attività mafiosa in tutti i suoi aspetti: dall’interno, descrivendo la vita e le azioni di alcuni dei membri mafiosi; dall’esterno, attraverso gli occhi ingenui di Federico e quelli invece esperti di Don Pino Puglisi, che attraverso le sue opere e le sue parole
cerca di portare speranza e futuro agli abitanti di Brancaccio.
Rispetto ai due romanzi precedenti di D’Avenia (Bianca come il latte, rossa come il sangue e Cose che nessuno sa), Ciò che inferno non è si rivela sin da subito un romanzo profondo e riflessivo, con tematiche che conosciamo ma su cui spesso non ci fermiamo a riflettere. Non è un romanzo da portare a spiaggia,
ma è un romanzo su cui siamo chiamati a ragionare e a prendere coscienza di ciò che succede nel nostro paese.

Michela Bianco

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT