Canzone della settimana

‘Helter Skelter’: Beatles

By
on
March 14, 2019

‘Helter Skelter’ è un brano musicale dei Beatles, scritto interamente da Paul McCartney e pubblicato nel White Album (1968). L’espressione inglese helter skelter si riferisce ai grandi scivoli di forma elicoidale dei luna park, ma ha anche il significato di “caotico” e “confuso”. McCartney raccontò che dopo aver letto un’intervista in cui Pete Townshend affermava che l’ultimo singolo degli Who, ‘I can See for Miles’, fosse la canzone più rumorosa, selvaggia e sporca mai registrata, decise di comporre Helter Skelter con l’obiettivo di architettare un brano ancora più “duro”. Considerato uno dei primi esperimenti proto-metal, il pezzo vanta parti vocali urlate, una chitarra insolitamente distorta ed un basso dal suono crudo e potente. Helter Skelter divenne una delle canzoni più emblematiche del gruppo, non soltanto per il suddetto primato, ma anche per la particolare aneddotica che la riguarda. Si dice infatti che la sessione di registrazione fosse stata piuttosto movimentata: «Mentre Paul stava incidendo la sua parte vocale, George Harrison diede fuoco a un portacenere, se lo mise sulla testa, e corse in giro per lo studio». Helter Skelter è anche tristemente nota per il massacro compiuto dalla banda di Charles Manson nella villa del regista Roman Polański. Manson avrebbe interpretato il brano musicale come un monito dell’avvicinarsi della guerra di razze (che rinominò con il nome della canzone), e vide i Beatles come i “quattro angeli dell’Apocalisse” che con la loro musica gli suggerivano di prepararsi.

Linda Vassallo

 

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT