Libreria

Le avventure di Pinocchio (Carlo Collodi)

on
April 14, 2019

Scritto da Carlo Collodi nel 1881, Le avventure di Pinocchio è diventato un colossal della letteratura per ragazzi, anche grazie alle versioni cinematografiche, come il cartone animato e il film con protagonista Roberto Benigni.
Il motivo del tanto successo è legato indubbiamente alle tematiche affrontate, presentate in modo semplice e chiaro e che, seppur di natura fantastica, sono perfettamente calate nella quotidianità.
Pinocchio è un burattino di legno credulone, buono e ingenuo che si fa ripetutamente coinvolgere in avventure più grandi di lui. Tuttavia, grazie alla sua bontà d’animo e alla guida dei personaggi che incontra, Pinocchio riesce a crescere e a diventare un ragazzo vero.
Il discorso alla base è il divario tra adulti e bambini. Le scelte che Pinocchio fa sono dettate dalla spensieratezza, dalla cocciutaggine e dalla curiosità che caratterizza l’infanzia, una miscela pericolosa se incontrollata. Allo stesso tempo, Pinocchio incontra lungo la strada una serie di figure che rappresentano l’età adulta, come la Fata Turchina, il Grillo Parlante e Mastro Ciliegia, che cercano di instradare Pinocchio in ogni modo possibile. Tuttavia, per quanto i personaggi servano a Pinocchio per crescere, è l’esperienza diretta che gli consente di raggiungere quella maturità contrassegnata dal diventare un bambino vero. Ne è un esempio il Paese dei Balocchi, inventato da Collodi per spiegare ai bambini quanto serva la scuola, per non diventare dei somari proprio come Pinocchio e Lucignolo.
E questo non è l’unico insegnamento che Collodi “traveste” da avventura nel suo libro: Le avventure di Pinocchio insegna ai bambini a non fidarsi degli sconosciuti grazie al Gatto e la Volpe; mostra come sia sbagliato dire le bugie, e infine rivela che bisogna fidarsi degli adulti e non agire di testa propria.
Che dire, Le avventure di Pinocchio è un libro che non può assolutamente mancare tra le letture dell’infanzia di ogni persona.

di Michela Bianco

Responsabile Sezione In Parallelo: Michela Bianco (Savona, 1997), vive a Torino dove studia Scienze della Mediazione Linguistica. Da sempre appassionata di narrativa e scrittura creativa, incuriosita e stimolata alla cultura dall’ambiente in cui è cresciuta, ha partecipato a numerosi concorsi letterari italiani e a corsi di scrittura, e attualmente sta seguendo la pubblicazione del suo primo romanzo. Appassionata di viaggi, scrive recensioni dei luoghi che visita e possibili itinerari turistici. Proprio l’amore per la scoperta di nuovi Paesi l’ha portata a intraprendere studi di tipo linguistico, e dopo il latino e il greco ha deciso di dedicarsi all’inglese, al russo e al tedesco, appassionandosi alle relative tradizioni e culture. ​

Xilografie di Chiara Costa

 

Chiara Costa (Lavagna, 06/10/1997), studentessa-lavoratrice, ha frequentato il Liceo Artistico “E.Luzzati” diplomandosi nell’estate del 2016; iscritta all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova dove frequenta il corso di pittura. Appassionata di fotografia, dedica parte del suo tempo libero a tale hobby.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT