Soundcheck

Show yourself: Frozen 2

on
January 9, 2020

Dal film di animazione Disney recentemente uscito “Frozen 2”, Kristen-Anderson Lopez e Robert Lopez, si lanciano in un magistrale lavoro sonoro, tanto orchestrale e curato da far concorrenza alle stesse opere da loro scritte per la pellicola prequel datata 2013.
Stesse atmosfere ghiacciate e incantate, stesse voci alle quali ci eravamo affezionati, il nuovo regno di Arandelle sembra inscenare un palcoscenico di Broadway e del resto, chi non era preparato ed entrare in un musical alla sua visione potrebbe anche rimanere deluso o annoiato dal film.
Ma al di là di recensioni positive o negative, le canzoni di Frozen 2 ci accompagnano in un’avventura ancor più intima, intricata e profonda della prima e le musiche sono elemento descrittivo essenziale di questo inedito racconto.
Tra le tante canzoni ascoltiamo Show Yourself“Mostrati”, singolo intonato da Idina Menzel (la nostra Elsa). Il brano è un monologo interiore che la regina porge agli ascoltatori, in scena sulla chiave di volta o epifania che le permetterà di cambiare le sorti del proprio destino.
Abbiamo conosciuto i poteri di Elsa, a quanta sofferenza la loro natura le abbiano portato, ma questa volta lei vuole sapere di più, vuole indagare le origini e il perché della sua diversità.
Porge una richiesta tormentata; l’incalzare dei primi minuti del brano lasciano trasparire il suo stato d’animo, vicino ad una verità che le fa battere il cuore, che la fa tremare.
Il canto e le armonie degli strumenti sono un continuo crescendo classicamente disneyano che conducono interprete e ascoltatore a una domanda che vuole essere risolta.
La soluzione giunge con apertura e risoluzione finale: come donna che si specchia nell’immagine riflessa, nell’antro di una caverna di ghiaccio, Elsa scopre che la risposta a tutte le sue domande è sempre stata dentro di lei; nessuno può dirle chi essere se non lei stessa e la sua diversità non è qualcosa di paranormale bensì è bellezza che deve proteggere e conservare.
Una rivelazione che avviene anche grazie alla madre, figurante tra le immagini della sua mente, la quale simboleggia il legame connesso da una melodia ancestrale, che canta di credere sempre e soprattutto in sé e nell’amore.
Show yourself, più delle altre canzoni, raccoglie in chiave commuovente e teatrale il nodo centrale della trama del film: il rispetto per sé stessi, per la propria “oscurità” così come “luminosità”, per la propria freddezza e per il potere di cristallizzare la realtà come è insito nella protagonista. La ricerca di una identità tange ogni persona sensibile che cerca di conoscersi e cogliere il proprio ruolo nel mondo; le note di “Mostrati” possano indirizzarsi in questo senso non solo a bambini, ma anche adulti che devono ricordare l’importanza della stima e del rispetto, di sé e degli altri, al
fine di trovare e conquistare la propria unicità.

Testo 

Every inch of me is trembling
But not from the cold
Something is familiar
Like a dream I can reach but not quite hold
I can sense you there
Like a friend I’ve always known
I’m arriving
And it feels like I am home

I have always been a fortress
Cold secrets deep inside
You have secrets, too
But you don’t have to hide

Show yourself
I’m dying to meet you
Show yourself
It’s your turn
Are you the one I’ve been looking for
All of my life?
Show yourself
I’m ready to learn
Ah-ah, ah-ah
Ah-ah, ah-ah-ah

I’ve never felt so certain
All my life I’ve been torn
But I’m here for a reason
Could it be the reason I was born?
I have always been so different
Normal rules did not apply
Is this the day?
Are you the way
I finally find out why?

Show yourself
I’m no longer trembling
Here I am
I’ve come so far
You are the answer I’ve waited for
All of my life
Oh, show yourself
Let me see who you are

Come to me now
Open your door
Don’t make me wait
One moment more
Oh, come to me now
Open your door
Don’t make me wait
One moment more

Where the north wind meets the sea (Ah-ah, ah-ah)
There’s a river (Ah-ah, ah-ah)
Full of memory (Memory, memory)
Come, my darling, homeward bound
I am found

Show yourself
Step into the power
Throw yourself
Into something new
You are the one you’ve been waiting for
All of my life (All of your life)
Oh, show yourself

Ah-ah, ah-ah
Ah-ah, ah-ah
Ah-ah, ah-ah
Ah-ah, ah-ah
Ah-ah, ah-ah
Ah-ah, ah-ah

Annalisa Mazzolari

Laureata alla triennale di Filosofia presso l’Università degli studi di Trento, prosegue con il biennio magistrale a Milano. Oltre alla filosofia coltiva la passione per la musica: diplomata all’ottavo anno di pianoforte presso il Conservatorio di Brescia e in canto lirico presso il Conservatorio di Bergamo.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT