Musica Soundcheck

THE CHANGE- Diane Warren and JoJo

on
November 15, 2020

Diane Warren.

Vivere in un mondo globalizzato, pluralista e interdisciplinare, significa partecipare ogni giorno a unioni di arti e professioni che forse poco tempo fa non avremmo immaginato.

È ciò che è accaduto alla canzone The Change, scritta dalla compositrice statunitense Diane Warren e interpretata dalla cantante JoJo, scelta appositamente per trasmettere il messaggio focale della campagna elettorale americana Biden-Harris.

Che una musica venga composta per scopi politici non è una novità, tuttavia nella lirica della canzone non vi è alcun riferimento politico. La scelta mostra l’identità propria della composizione in sé la quale, nonostante sia legata ad un fine differente, è come se fosse stata pensata “in appoggio” ad uno scopo diverso da quello meramente estetico, senza cadere schiava o mero mezzo di un messaggio elettorale.

JoJo.

Si tratta di note intonate per amore della speranza e della libertà che ognuno, indipendentemente dal proprio credo sogna e aspira. La canzone, tra le altre cose, non si rivolge ad un “noi” generale, ma è scritta in prima persona, proprio ad evidenziare l’impegno individuale che possiamo avere nella rincorsa alla felicità e al cambiamento.

Per la compositrice Warren The Change” è un ottimo invito a toccare quell’introspezione nella quale il Corona Virus e il lockdown in qualche modo ci hanno confinati, per trarne forza e agire con un proprio contributo al cambiamento, armonizzato con le azioni di tutti gli altri sognatori.

“Sarò io il cambiamento. Inizierò con il mio cuore. Sarò la luce che illumina la mia strada attraverso l’oscurità.”

Testo

I’m not gonna blame, put the blame on nobody
All that’s gonna get me, is get me nowhere
I’m just gonna look, gonna look in the mirror
And start there

I’m gonna be the change
I’m gonna start with my heart
I’m gonna be the light, be that light, my own light
That lights my way through the dark
I’m gonna see that day, change is gonna find me
But it’s up to me, up to me, all on me
To make that change inside me
So I’m gonna be the change, change, change
I’m gonna be the change, change, change
I’m gonna be the change, change, change

I’m not gonna make, gonna make no excuses
I’m not gonna waste no more time being blind
‘Cause there ain’t no world, ain’t no world that I’m changing
If I don’t change mine
I’m gonna stand a little taller
Hold my head a little higher
Raise my voice a little louder
It’s time

Recensione di Annalisa Mazzolari

Laureata alla triennale di Filosofia presso l’Università degli studi di Trento, prosegue con il biennio magistrale a Milano. Oltre alla filosofia coltiva la passione per la musica: diplomata all’ottavo anno di pianoforte presso il Conservatorio di Brescia e in canto lirico presso il Conservatorio di Bergamo.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT